12
Nov

De Gustibus 2019

Spilimbergo; 

Da Sabato 23 Novembre 2019 a Domenica 24 Novembre 2019

https://prospilimbergo.org/?p=1266

La Pro Spilimbergo organizzerà l’iniziativa, in collaborazione con l’Istituto Superiore Il Tagliamento di Spilimbergo, in occasione della giornata del ringraziamento festeggiato dal mondo dell’agricoltura e in concomitanza con la domenica di celebrazione della Santa Messa in Duomo e la benedizione dei mezzi agricoli. Si tratterà di una festa dedicata al mondo contadino, ai suoi operatori e ai suoi prodotti.

L’evento vuole essere una vera e propria festa paesana che celebri il mondo contadino della tradizione. Lungo il centro storico di Spilimbergo sarà presente un’osteria con i piatti della tradizione, saranno proposti spettacoli folkloristici, un mercato contadino, momenti di approfondimento, laboratori per bambini e visite guidate a piedi o in carrozza.

8
Nov

Cantine aperte a San Martino

PORDENONE

Da Sabato 9 Novembre 2019 a Domenica 10 Novembre 2019

 

Cantine Aperte a San Martino permette di riassaporare le emozioni di Cantine Aperte in occasione della cosiddetta “ultima estate” dell’anno, rivivendo l’esperienza unica di conversare con appassionati produttori e conoscere direttamente da loro l’andamento della vendemmia appena conclusa, ammirando i caldi colori dell’autunno.

Un’occasione unica e speciale per gustare in modo differente le eccellenze enologiche del territorio e per riscoprirle in abbinamento alla gastronomia regionale secondo il gusto dei produttori.

Degustazioni guidate dai produttori, abbinamenti cibo-vino, laboratori artigianali, Pranzi e Cene con il Vignaiolo saranno i protagonisti del grande evento Cantine Aperte a San Martino.

Nelle due giornate dell’evento le cantine aprono le loro porte dalle 10 alle 18 (le visite del sabato sono su prenotazione, salvo diversamente indicato; quelle della domenica possono essere libere o su prenotazione). Molte aziende organizzano anche cene e pranzi A Tavola con il vignaiolo, in cui l’enogastronomia viene declinata in menù caratteristici da degustare direttamente nelle cantine, negli agriturismi e nei ristoranti della regione.

Inoltre potrete arricchire ulteriormente le vostre degustazioni assaporando il Piatto Cantine Aperte a San Martino, ovvero piatti speciali per gli enoturisti proposti nelle strutture aderenti.

26
Okt

Vernia o non Vernia: questo è il problema

Spilimbergo; 

Giovedì 26 Marzo 2020

Orario: 20:45

Giovedì 26 marzo 2020 al Teatro Cinema Miotto: “VERNIA O NON VERNIA: QUESTO È IL PROBLEMA”
di Giovanni Vernia e Paolo Uzzi
con Giovanni Vernia e il M° Marco Sabiu
produzione: WEC

Inizio spettacoli ore 20.45
Info Ufficio Cultura piazza Castello, 4
Telefono: 0427 591115 e 0427 591116
Mail: cultura@comune.spilimbergo.pn.it

15
Okt

Ricordi nel Tempo: mercatino delle pulci

Spilimbergo@Piazzetta Giambattista Tiepolo 3,
33097 SPILIMBERGO (PN)

sabato 19 Ottobre 2019

Orario: 8:00

Alla ricerca degli oggetti del passato

La Pro Spilimbergo organizza una colorato e ricco mercatino antiquario e usato ogni terza domenica del mese, 80 circa sono gli espositori presenti.

7
Okt

Giorgio Trione Bartoli in concerto

Spilimbergo@Palazzo Tadea

Musica classica, lirica, corale, sacra; 

Domenica 13 Ottobre 2019

Orario: 18:00

http://www.farandola.eu

Giorgio Trione Bartoli è nato a Trani il 24 maggio 1996. Si è laureato con il massimo dei voti e menzione d’onore presso il Conservatorio “Piccinni” di Bari nella classe di Pasquale Iannone. Attualmente frequenta il corso di alto perfezionamento pianistico presso l’Accademia nazionale “Santa Cecilia” di Roma con Benedetto Lupo. Ha iniziato lo studio del pianoforte all’età di dieci anni e grazie alle sue spiccate doti musicali ha raggiunto rapidamente importanti traguardi. Ha vinto numerosissimi concorsi internazionali, impossibile citarli tutti: 2°premio al “Young pianist of the North” Piano Competition di Newcastle-upon-Tyne (Inghilterra); 1° premio al 19° International Chopin Piano Competition di Szafarnia (Polonia); 1° premio all’Enschede International Piano Competition (Olanda); 1° premio al Concorso “Città di Caserta”; Premio delle Arti; 1° premio al “Napolitano” Piano Competition; semifinalista al Cleveland Piano Competition for Youth, negli Stati Uniti; 1° premio al Paris Grand Prize Virtuoso International Piano Competition; 1° premio al Concorso “Moscato” di Airola. Nel 2017 è stato uno dei finalisti del Concorso pianistico “Busoni”. Nel 2018 ha vinto il 2° premio, primo non assegnato, al Troisdorf Piano Competition, in Germania; 2° premio allo Spoleto Piano Competition. Nel 2018 ha vinto il “Premio Casella” presso il Teatro La Fenice di Venezia. Ha tenuto concerti come solista e con orchestra in Italia, Spagna, Francia, Ungheria, Danimarca , Olanda, Germania, Usa, Messico, Inghilterra, Kazakhstan, Russia, Polonia, Svizzera.

 

21
Sep

Mosart – Spilimbergo mosaic art Festival

Spilimbergo@centro città

Dal 27 al 29 settembre 2019

http://vivispilimbergo.it

Dal 27 al 29 settembre MOSART-Spilimbergo mosaic art Festival 2019: installazioni/ itinerari/ mostre/ performance/ proiezioni/ talk/ workshop.

Mosart-Spilimbergo mosaic art Festival 2019 è la prima edizione del Festival curato da Silvana Annicchiarico per valorizzare lo straordinario patrimonio artistico e artigia- nale di Spilimbergo.

Il Comune di Spilimbergo rilancia così l’identità di “Città del Mosaico” (brand promos- so dal 2017) realizzando questo nuovo progetto di promozione in collaborazione con numerose realtà del panorama culturale ed economico del territorio, dalla storica Scuola Mosaicisti del Friuli qui fondata nel 1922, al CRAF-Centro Ricerca Archiviazione Fotografia, alla Confartigianato Imprese di Pordenone: Mosart è quindi un Festival che si diffonde nell’intero scenario urbano per comporre un dinamico “mosaico” di luoghi e iniziative.

Il ricco programma è aperto ai visitatori e coinvolge tutta la comunità, bambini compresi, invitata a partecipare a un evento collettivo che si svolgerà il 27-28-29 settembre, in cui Spilimbergo diventerà palcoscenico per esposizioni, talk, workshop, installazioni, performance e proiezioni.

Curiose e multidisciplinari le mostre: Il mosaico in bianco e nero presenta fotografie originali di Antonio Baldini, Angelo Borghesan, Mario Cresci, Francesco Nonino, Francesco Radino, Roberto Salbitani, Carl Shubert, Stephen Shore, Olga Zamperiolo selezionate dal prestigioso archivio CRAF; la collettiva Polifonia espone alcune delle opere più significative dei mosaicisti friulani; Chromos 1. Il lessico del colore e Chromos 2. Colori d’autore sono dedicate al colore; Innesti interpreta le relazioni tra il mosaico e gli oggetti domestici; Mosaici filatelici raccoglie francobolli e cartoline dei mosaici nel mondo.

Due i talk che vedranno protagonisti il noto sociologo Aldo Bonomi con l’intervento Tessere e ritessere il territorio, e Andrea Rauch, graphic designer di fama internazio- nale, sul tema Fare un mosaico oggi. Fra arte e design, ai quali si aggiungono tavole rotonde e approfondimenti sulla formazione e l’esportazione dell’artigianato musivo.

Nel workshop Dreams Park il designer Stefano Giovannoni lavorerà con gli studenti dell’ISIA di Pordenone per progettare uno spazio pubblico ludico, onirico e visionario, e un altro laboratorio sarà dedicato ai bambini per appassionarli alla realizzazione di un’opera musiva.

Nell’installazione Mosaic Trees gli alberi della città verranno rivestiti trasformando la natura in scultura, mentre l’unica opera legata al mosaico del grande maestro del design italiano Marcello Nizzoli sarà al centro di un’installazione a metà fra l’omaggio, il culto e il cameo.

Inedita e sperimentale la performance sonora “Mosaic Sound. Il suono del lavoro” del designer Lorenzo Palmeri insieme ai mosaicisti, un concerto in cui scalpellini, ceppi e pietre diventeranno sorprendenti fonti musicali.

Sarà inoltre proiettato in anteprima il film “Tessere”, nato da un’idea di Silvana Annicchiarico con la regia di Giuseppe Carrieri e la collaborazione degli studenti dell’Università IULM-Milano: un documentario poetico e suggestivo realizzato a Spilimbergo per raccontare l’identità e le meraviglie della città.

Durante le giornate saranno inoltre organizzate visite guidate alla Scuola Mosaicisti del Friuli e percorsi notturni per scoprire alla luce delle torce le opere presenti a Spilimbergo.

L’arte musiva di Spilimbergo è una delle eccellenze italiane: nata da una tradizione profondamente locale, è riuscita a proiettare l’idea di bellezza, preziosità, unicità in una dimensione globale, con prestigiose realizzazioni in tutto il mondo – l’Opera di Parigi, la metropolitana Ground Zero di New York, il Foro Italico, il Santuario di Lourdes sono solo alcuni esempi.

I Laboratori di Spilimbergo (sono circa 60 quelli in attività) continuano oggi a lavorare sul pezzo unico, sull’opera interamente fatta a mano, in un processo di alto artigiana- to che va dal reperimento delle pietre naturali alla realizzazione dei colori, al taglio dei materiali, fino alla composizione delle tessere. Una sapienza millenaria che si è progressivamente avvicinata alla cultura del progetto e al linguaggio del design contemporaneo, con un percorso che Mosart intende rafforzare per aprire a questa arte nuove prospettive di crescita e di sviluppo.

Il 27 settembre alle ore 19 verrà inaugurata in Piazza Garibaldi “S”, la prima lettera della scritta cubitale con il nome Spilimbergo, alta 2 metri, mosaicata dalla Scuola Mosaicisti del Friuli e dagli artigiani/artisti cittadini, che accoglierà il visitatore e gli abitanti, ricordando a tutti che Spilimbergo è la “Città del Mosaico”: un biglietto da visita e al contempo un segnale di benvenuto e una dichiarazione di identità. Le altre lettere saranno realizzate nei mesi successivi. Da un’idea di Silvana Annicchiarico.

L’identità visiva e l’immagine coordinata di Mosart 2019 è di Bruno Morello, che ha vestito la città, improntando la grafica e il visual del Festival alla logica formale e alle tessere policrome dell’arte musiva.

2
Sep

Friuli Doc

UDINE

Da Giovedì 12 Settembre 2019 a Domenica 15 Settembre 2019

https://www.friuli-doc.it/it/

Per quattro giorni Udine diventa una vetrina per presentare e far conoscere il meglio della produzione enogastronomica e artigianale, artistica e culturale di una regione davvero unica.

Tanti e sorprendenti sono i punti principali di un programma veramente ricco: negli stand e nei chioschi, nelle piazze e nelle vie del centro, si possono gustare i prodotti tipici friulani, quali il prosciutto di San Daniele e di Sauris, il formaggio Montasio, il frico, i cjarsons, i vini, le grappe e molti altri.

L’allettante occasione di assaggiare i tesori dell’enogastronomia friulana si coniuga a imperdibili appuntamenti con mostre, spettacoli, convegni, esposizioni artistiche e produzioni artigianali, sempre nel rispetto delle più antiche tradizioni locali.